Il KARATE

Karate (空手, Karate?) è un’arte marziale sviluppata nelle Isole Ryukyu, (oggi Okinawa), in Giappone. Fu sviluppato dai metodi di combattimento indigeni chiamati: te (手, letteralmente: “mano”?) e dal kenpō cinese. Prevede la difesa a mani nude, senza l’ausilio di armi, anche se la pratica del Kobudo di Okinawa che prevede l’ausilio delle armi tradizionali (Bo, Tonfa, Sai, Nunchaku, Kama) è strettamente collegata alla pratica del Karate. Attualmente viene praticato in versione sportiva (privato delle sua componente marziale e finalizzata ai risultati competitivi tipici dell’agonismo occidentale) e in versione arte marziale tradizionale per difesa personale. Nel passato, era studiato e praticato solo da uomini, ma col passare dei secoli anche le donne si sono avvicinate a questa disciplina.

Leggi tutto »

Perché Progetto Karate Toscana

Il karate me lo presentarono a 14 anni, un età particolare per un ragazzino, piena di cose nuove; il corpo che cambia, le aspettative della famiglia su di te, le responsabilità, il lavoro e tante insicurezze.

Fin da subito capii di aver trovato la mia dimensione, la mia via, la mia strada, non sò come spiegare quello che provavo , ma mi resi subito conto che avrei praticato questa disciplina per moltissimo tempo, e per questo devo ringraziare tantissimo un mio carissimo amico, che mi hà avvicinato ad essa.

Leggi tutto »

16 Open di Toscana 2017

Sabato 13 Maggio a Follonica  si è svolto il 16 Open di Toscana, competizione Internazionale della Fijlkam. Della associazione  sportiva Progetto Karate Toscana hanno partecipato gli atleti: Davide Fedi, e l’istruttore Giacomo Fedi rispettivamente nella loro categoria; Davide nella categoria eso\b  kg 52 non è riuscito a classificarsi in posizioni di rilievo, mentre Giacomo nella categoria master kg 75 si è classificato al 1° posto. La competizione aveva un ottimo livello medio degli atleti provenienti da tutta la Nazione e con la presenza anche di qualche atleta straniero. Gli iscritti totali in due giornate di gara erano circa 1600, segno questo di un buon lavoro svolto dal comitato regionale; anche l’organizzazione è stata molto capillare e abbastanza puntuale negli orari delle categorie, hanno lavorato ininterrottamente per più di 13 ore al giorno nelle due giornate di gara, sicuramente è una manifestazione oramai ben affermata nel panorama del Karate Italiano.

Leggi tutto »